Caratterizzazione e scelta dei materiali

Il legno è uno dei materiali naturali che meglio si adattano a realizzare strutture leggere e resistenti, come gli strumenti musicali, dove è richiesta una massa vibrante ridotta ma un’elevata resistenza alle forze statiche di trazione delle corde. Non tutti i legni sono uguali e spesso si osservano delle amplissime variazioni di proprietà anche all’interno della stessa specie. Per questo motivo, la caratterizzazione del legno, come di altri materiali utilizzati per la realizzazione di strumenti, è fondamentale per conoscerne le caratteristiche e poter dimensionare ogni elemento per raggiungere la massima resa acustica.

La caratterizzazione del legno e di altri materiali ortotropi (che rispondono cioè in modo diverso se sollecitati in diverse direzioni) richiede la misura di tre proprietà elastiche e altrettante proprietà di smorzamento: un compito complesso che va portato a termine per molte tavole, in modo da poter selezionare le migliori, quelle cioè che garantiscono una frequenza di vibrazione prestabilita con la minor massa possibile.

Questa caratterizzazione può essere effettuata mediante test meccanici o acustici, in modo simile a quanto avviene per gli strumenti. Le misure ottenute devono quindi essere combinate per determinare un fattore di merito come ad esempio il radiation ratio R che è tanto maggiore quanto maggiore è la resa acustica di una tavola.